Vacanze a Santorini: 3 Cose da Fare Assolutamente!
 

Vacanze a Santorini: 3 Cose da Fare e Assolutamente!

Vacanze a Santorini: 3 Cose da Fare e Assolutamente!

Escursione da Firà ad Oia; tour di degustazione dei pregiati vini dell’isola; visita al sito archeologico di Akrotiri: le 3 cose da fare in vacanza a Santorini

Non è semplice trascrivere una lista di cose da fare durante una vacanza a Santorini, l’isola dei tramonti e del vinsanto. L’isola infatti, è tra le più belle e suggestive della Grecia, grazie alle caratteristiche geologiche del territorio e ad uno scenario naturale incantevole come pochi.

Sempre più crociere organizzano tour guidati per accompagnare i milioni di visitatori, che ogni anno ogni desiderano approdare ed esplorare le bellezze di Santorini, l’antica Thera. L’isola delle case bianche e dalle cupole blu, che si estende sull'orlo di un’imponente scogliere formatasi in seguito all'eruzione del vulcano nel 1628 a.c., è la Grecia che tutti noi sogniamo di visitare almeno una volta nella vita!

1° Cosa da fare: escursione da Firà ad Oia, uno scenario mozzafiato

L’escursione parte dal paesino di Firà e arriva ad Oia: 16 km (andata e ritorno), di caratteristiche bellezze greche, che lasciano i visitatori letteralmente senza parole, soprattutto per il fascino sublime del paesaggio. Firà è un piccolo paese dalla forma allungata che sorge su un dirupo, ricco di strutture alberghiere e ristoranti, ospitante la splendida chiesa di S.Gerasimo. Nella zona centrale potete ammirare i resti di due vecchi mulini e incamminarvi verso due piccole stradine, che vi condurranno al pendio. Lo scenario naturale a cui assisterete da questo punto, è a dir poco incantevole: case bianche, cupole celesti, mare, vulcano, scogliera…un’esperienza che si imprimerà per sempre nella memoria di tutti coloro che avranno la fortuna di ammirarlo. 

A 9 km da Firà è situata Oia, il paese dei tramonti. La località è molto apprezzata dai turisti, per questo motivo soprattutto durante il mese di agosto, è affollatissima. Dotata del mare e delle spiagge più belle di Santorini, è ricca di ristorantini e tipiche taverne del luogo, per permettere ai numerosi visitatori di godere di tutte le specialità del posto. La Baia degli Armeni e la spiaggia di sassi di Ammoudi, sono le tra le destinazioni più amate dai turisti, e presentano caratteristiche differenti: la baia, è perfetta per praticare sci nautico e degustare del pesce appena pescato nelle deliziose taverne; ad Ammoudi invece, troverete ispirazione per fare una romantica passeggiata insieme al vostro amato o una piccola escursione in battello per raggiungere Thirasia, meravigliosa isola di pescatori, dalle limpide acque.

2° Cosa da fare: tour del vino, tra storia e degustazione

Santorini è l’isola del vino e soprattutto del vinsanto, un prodotto naturalmente dolce derivante dall'uva. Il territorio grazie alla sua origine vulcanica, è il posto ideale per ospitare numerosi vigneti, strutturalmente molto diversi da nostri, in quanto bassissimi. L’uva infatti, durante la vendemmia di agosto, viene direttamente raccolta da terra. 

Due aziende agricole molto consigliate dai turisti sono il Santo Wines e la Govales Winery. La prima, è forse più interessante da un punto di vista estetico, in quanto si ha la fortuna di assistere ad un meraviglioso paesaggio mentre si degustano i pregiati vini, serviti in piccoli bicchieri. La seconda invece, è sicuramente più interessante da un punto di vista culturale. Qui infatti, potete prendere parte ad un’appassionante visita guidata nelle vecchie cantine del luogo, ammirare i macchinari tradizionali con cui si produceva il vino, e conoscere la storia e il processo di vinificazione.

3°Cosa da fare: visita al sito archeologico di Akrotiri, la “Pompei dell’Egeo”

Con soli 5 euro avrete la fortuna di visitare la “Pompei dell’Egeo”, un meraviglioso sito archeologico, in cui avrete la piacevole sensazione di viaggiare indietro nel tempo. L’antica città di Thera, oggi Santorini, venne distrutta nel 1628 a.c. dall’eruzione del vulcano, ed è ritornata dalla luce solo nel 1967, grazie agli scavi effettuati dall’archeologo Spyridon Marinatos. Durante i lavori, sotto i cimeli delle ceneri vulcaniche, sono stati scoperti numerosi edifici, affreschi e ceramiche, ma nessun resto di persone (per fortuna!); ragion per cui si pensa che gli abitanti abbiano avuto il tempo necessario per scappare prima della tragedia. 

Il sito, a soli 9 km di distanza da Firà, è un importantissimo luogo di interesse, assolutamente da non perdere!

Una vacanza a Santorini rappresenta dunque la meta ideale per gli amanti della natura, del buon vino e della storia. Un mix di ingredienti perfetto, che renderà la vostra estate un'esperienza tutta da gustare!


SHARE




perchè scegliere

viaconnoi.it

Perché i nostri pacchetti viaggio hanno davvero prezzi irresistibili.

Perché abbiamo più di 100 agenzie affiliate in tutta italia.

Perché il nostro portale offre oltre 100 pacchetti viaggio.